LIBERARE L’UMANITÀ DALLA SCHIAVITÙ DELLA DESCRIZIONE DEL MONDO

L’entrata nel nuovo paradigma dell’esistenza:
Liberare l’Umanità dalla schiavitù della descrizione del mondo.

Un mondo fatto di difficoltà, caos, violenza, affanno, sopraffazione, paura, ansia, arroganza e gestione del potere attraverso l’uso improprio della risorsa denaro, un mondo troppo poco intervallato da momenti di gioia o felicità. Libero da questa descrizione, l’essere umano torna a essere se stesso, recupera la sua Integrità, vibra a una frequenza che gli consente di accedere alle più alte sfere dell’Essere. Recupera la capacità di essere creatore consapevole della realtà e smette di accusare il mondo, di giustificarsi, di lamentarsi, taglia la catena della credenza nel limite ai suoi poteri, torna a coltivare il suo mondo interiore nutrendosi di consapevolezza, arte, bellezza e  spiritualità per creare responsabilmente un mondo migliore per sé e per tutti. Uomini e donne liberi creano la loro realtà da dentro a fuori, governando emozioni e pensieri, attraverso un processo inside/out.

Uomini e donne liberi dalla zavorra di emozioni negative si rimpadroniscono dell’arte del Sognare e creano  pragmaticamente il mondo giusto che tutti sogniamo. Visionari pragmatici garantiscono uno sviluppo armonico e la salvezza globale per tutti.

Lo spirito di SFD è senza tempo, potrebbe volerci una generazione o più.

SFD è certa che l’Umanità ce la farà, senza sapere quando o esattamente come ciò avverrà e permettendo che il disegno si compia nei tempi e nei modi più armonici, vive la certezza interiore che si libererà, una volta per tutte, dalla prigionia della paura, del limite e del tempo e intende contribuire attivamente a questa trasformazione a tutti i livelli della società ora e sempre.

Sogniamo un’umanità guarita dal dolore che ha nel cuore. Un’umanità che sia così in grado di ricreare un ambiente pulito attraverso uno stile di vita sostenibile, in cui ogni individuo abbia la possibilità di riconoscere ed esprimere i propri talenti nel lavoro e di trasformare l’attuale modello sociale, basato sulla separazione, sull’isolamento e sullo sfruttamento di persone e risorse, in un nuovo paradigma fondato sull’unione e sull’amore.