“Voglio ancora ringraziarvi tutti perchè a me sta davvero cambiando il modo di vedere ogni giorno, ora che so come ci si sente quando si è nell’armonia e nella comunione non mollo più! È stato bellissimo stringere un legame forte con tutti e curare ogni aspetto del nostro essere! Tutti quanti non vediamo l’ora di gennaio! Un abbraccio.” M.L.


A Dream for the World è stato un vero e proprio corso di formazione personale, un’esperienza dalla quale posso trarre molti vantaggi. I professori ci hanno insegnato come identificare i nostri obiettivi perché possano essere raggiungibili e come raggiungerli. Le lezioni erano molto interessanti e concentrate sulla nostra parte interiore,focalizzate nel tirare fuori ciò che non dimostriamo esternamente, le nostre potenzialita’, i talenti nascosti, presentarci meglio nella vita, come comportarci e come superare gli ostacoli. Le lezioni erano dunque di diverso genere ed ogni professore si occupava di un preciso campo, nulla a che vedere con ciò che viene fatto normalmente a scuola, nessuna materia specifica, … un corso, forse piu’ un percorso che mira a farci diventare persone migliori, diverse dalla maggior parte della popolazione , con una propria mente funzionante.
Grazie veramente a tutti. F.


“Non so davvero come ringraziarvi, non riesco ad esprimere a parole la mia gratitudine nei vostri confronti. Sono felicissima di avervi conosciuti… Questa settimana è stata fantastica, la porterò sempre nel mio cuore insieme a tutto ciò che ho appreso e per questo vi ringrazio.” C.


“Che settimana, ricca intensa appassionante, non me l’aspettavo proprio! Accedere a questa intelligenza è stato bellissimo! porterò sempre con me questa esperienza e non vedo l’ora di rivederci tutti. Siamo un gruppo fantastico, tutti insieme!” C.


“Ho appreso cose a me prima ignote, ho conosciuto persone meravigliose, mi sono nutrita in tutti i sensi, mi sono stati dati strumenti che non dimenticherò mai, sto facendo finalmente chiarezza dentro di me, grazie veramente di cuore a tutti.” V.


“Che dire sulle mie impressioni del corso, per cominciare che non vedo l’ora che sia gennaio.. Seguendo potrei dire che mi sono sentito come quel piccolo ingranaggio che fa parte di un’orlogio.. Lui sa di farne parte ma non ha consapevolezza di ciò, sa anche che c’é qualcosa di piu grande intorno a lui, però non ha interesse a scoprirlo.
Questo corso mi ha acceso dentro una spia, che mi fa essere costantemente alla ricerca di.. “consapevolezza” “coscienza” e che altro? Come dice il piccolo principe: “l’essenziale é invisibile agli occhi”. D’ altronde é da 50 anni se non di più che il piccolo principe é in circolazione quindi questa frase con lo scorrere del tempo assume sempre più valore.
Cos’é questo essenziale? Secondo me é soggettivo, ma é allo stesso tempo paradossalmente oggettivo perché accessibile a tutti.
Per concludere in bellezza faccio questa osservazione: il prof. D’Anna il primo giorno a cena mi disse, che i grandi “piani”,”sogni” alcune volte sono comprensibili unicamebte tramite paradossi.
Grazie a tutti!” T.