“Aver partecipato al DFW è stato un privilegio. Ho incontrato persone meravigliose, che attraverso le loro conoscenze hanno illuminato la mia strada. Ho trovato una famiglia in coloro che stavano intraprendendo il mio stesso percorso. Ho scoperto che tutte le paure che mi tenevano ancorata in situazioni in cui non volevo trovarmi erano inutili. Ho capito che la vita è meravigliosa, basta decidere di liberarsi di quei limitanti schemi mentali che siamo abituati ad utilizzare, perchè dipende tutto con quali occhi sei disposto a vedere il mondo. Adesso ho tutti gli strumenti per essere veramente libera di vivere la vita inseguendo i miei sogni. Grazie con tutto il cuore!” Sofia


“Sono molto lieto di avere partecipato al programma Dream For the World, svoltosi a Carimate dal 2 al 10 agosto. Non solo durante il corso ho conosciuto delle persone splendide (tanto gli altri partecipanti quanto gli organizzatori, i docenti e gli ospiti coinvolti), ma ho anche avuto delle splendide conferme e consigli per quanto riguarda il mio percorso. Ciò che maggiormente ho ammirato – e questo è fortemente in linea con i miei valori – è il messaggio di credere ai propri sogni e la fattiva possibilità di realizzarsi e di pervenire ad una società basata sull’amore e in quanto tale libera dall’inutile zavorra della paura. Fra le varie tecniche proposte ho particolarmente apprezzato il mixaggio fosfenico illustratoci da Giorgio Fabbri e la respirazione circolare insegnataci da Marie Françoise Gremaud.
Dalla fine del corso ad oggi non ho mai smesso di applicare questa tecnica ed è mia forte intenzione applicarla e approfondirla sempre di più. Sono quindi molto grato di aver partecipato al corso e credo fortemente nel progetto A Dream for the World!” Mauro


“A wonderful experience, plenty of opportunities to know ourselves better, discovering and overcoming old limitations and useless beliefs. Self-observation is self-correction…and this program offers many ways to do that!. Thank you so much”. Alberto


Il programma DFW Leadership Program è un’esperienza che cambia le tue cellule e ti fa volare alto..
Capisci che l’apparente fragilità del cristallo non è una debolezza ma una sua raffinatezza… Giovanna


DFW Seminar: il cui sottotitolo potrebbe essere… “grandi pulizie interiori”.
Comunicare le sensazioni provate durante l’esperienza di Carimate è difficile e forse ognuno di noi ne è un po’ geloso.
Torno spesso ai giorni passati con il gruppo magico, non a caso di otto elementi, la cui energia ha iniziato a lavorare fin da subito. Ci è stata data la possibilità di essere onesti con noi stessi, acquisendo gli strumenti utili a giostrarci tra le maschere che indossiamo durante i vari passaggi della vita; burattinai, non marionette di noi stessi. La presa di consapevolezza della potenza ed unicità di ogni individuo, non solo a livello teorico è un’esperienza bellissima …Dimenticavo… il modulo “scrostare il cuore” (seguendo la metafora delle pulizie interiori) ha dato esiti sorprendenti.
“Siamo davvero comandanti di un’astronave che guidiamo come una bicicletta” (cit. Prof.)
Abituarsi all’autosservazione è divertentissimo e la sensazione di essere attore e spettatore al tempo stesso ti da la percezione della tua poliedricità. …Spread gratitude as if were Nutella… grazie a me, a voi, a noi e a tutte le declinazioni dell’uno. Maria Chiara


“It is the road less traveled. An opportunity to be truly honest with yourself, to embrace the unaltered impulse, to respect the primitive dreams from your heart. To be fearless is for sure the road less traveled but you are definitely not alone.” Diane


“Now I do breathing exercises regularly, I´m way much more concious about dressing up. In my job, I could see the exact moments where we should decide for ethics, rather than an immediate result. Mr. Koukis words are always with me: “When I had to choose, I always chose the most difficult (less travelled) path”. I´m trying to do the same, in all aspects of my life. ” – G. Higa


“I do not need to spend too many words to express that for me it has been a wonderful experience; it is a space-time of 6 or even 12 months squeezed in 2 months and in one day you experience emotions, which you usually feel in a more dilated time. It ‘s nice to give permission to people and faced thoughts to guide our own life and allow free access to new experiences and sensations. So, yes, the body of the program is solidly built. Outdoor activities are ideal to observe ourselves in a practical context and they were all very useful…..Well, thanks again Francesca, thanks so much for the light you all give us, my gratitude will never run out. I am at your disposal for questions and support. With all my affection.” – N. Mugelli